Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito.

L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.

I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
COMUNE VILLA SAN GIOVANNI IN TUSCIA
Amministrazione Trasparente
 
 
 
 

Atti generali

(Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 - Art. 12, c. 1, 2)


Atti amministrativi generali

Codice disciplinare e codice di condotta

Con il D.P.R. 62/2013 è stato adottato il nuovo codice di comportamento dei dipendenti pubblici ai sensi dell’art. 54 d.lgs. n. 165/2001. Si pubblicano di seguito il codice e la normativa di riferimento.Il Capo V (articoli 67, 68 e 69) del D.Lgs. n. 150/2009 ha definito le nuove disposizione in materia di “Sanzioni disciplinari e responsabilità dei dipendenti pubblici”, definendole norme imperative, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1339 e 1419, secondo comma, del Codice Civile. Salvo quanto previsto dal suddetto Capo, la tipologia delle infrazioni e delle relative sanzioni è definita dai contratti collettivi.La pubblicazione del codice disciplinare (recante l’indicazione delle predette infrazioni e relative sanzioni) sul sito istituzionale dell’amministrazione), equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro.Si pubblicano di seguito altresì l’articolo 3 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale non dirigente del Comparto Regioni e Autonomie Locali sottoscritto in data 11/04/2008 (Codice disciplinare), gli articoli da 55 a 55sexies del D.Lgs. n. 165/2001, nel testo introdotto dal Capo V del D.Lgs. n. 150/2009, che integrano e modificano le fattispecie disciplinari previste dal C.C.N.L., l’art. 23 del CCNL 6/7/1995 e il codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni introdotto dal CCNL 2002-2005.Si pubblica inoltre il Titolo II – Capo I del CCNL dei segretari comunali e provinciali, del 14/12/2010, relativo alle norme e responsabilità disciplinari.
Accedi